Energia Sottile


Vai ai contenuti

Percorso evolutivo

Il cammino dei chakras

Lo sviluppo delle potenzialità e dei concetti collegati a ciascun punto energetico avviene, nell'ambito di un primo stadio evolutivo, progressivamente dal basso verso l'alto da un periodo prenatale sino all'inizio dell'età adulta. Vi può essere una certa sovrapposizione tra lo sviluppo di un chakra e di quello successivo perché, talvolta, è necessario che la fase di sviluppo di quello successivo possa aver avuto inizio perché il percorso di crescita di quello precedente possa essere concluso. Naturalmente esistono discrepanze tra persona e persona che diventano via via più evidenti in corrispondenza dei chakras superiori.

  • Primo chakra: dal periodo pre-natale ai dodici mesi di vita.
  • Secondo chakra: tra il sesto ed il ventiquattresimo mese di vita.
  • Terzo chakra: tra i diciotto mesi ed i quattro anni.
  • Quarto chakra: dai quattro ai sette anni.
  • Quinto chakra: dai sette ai dodici anni.
  • Sesto chakra: periodo adolescienziale
  • Settimo chakra: dall'inizio dell'età adulta.


Mentre il primo sviluppo dei chakra, durante il periodo infantile, è relativamente inconscio, una seconda fase di sviluppo che possiamo definire adulta è un processo ampiamente conscio. Dobbiamo voler avviare questo processo oppure l'evoluzione potrebbe non avvenire mai. Per molte persone, infatti, lo sviluppo dei punti energetici in età adulta non viene portato a compimento in quanto esse non sfuggono mai ai propri processi istintuali programmati.




Oltre alla filosofia induista, anche altri sistemi metafisici si basano sulla suddivisione dell'uomo in sette livelli. Nello ZOHAR, testo sacro legato alla tradizione dell'Ebraismo, il regno divino delle Sefirot è suddiviso su sette livelli. In tale ottica il sistema Zoharico, che si basa sul concetto secondo il quale l'intero universo rifletta nella sua struttura il mondo divino, suddivide anche la struttura umana nello stesso numero di livelli.


Torna ai contenuti | Torna al menu